Questo sito fa uso di cookie. Chiudendo questo banner e proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie

La tradizione ripercorsa

decoro tradizionale Minturno

Nei trent'anni della sua attività, la Ceramica Cotto di Minturno ha perfezionato con un paziente lavoro di ricerca e sperimentazione, la lavorazione dell’argilla per la produzione di pavimenti e rivestimenti.
La consapevolezza di essere eredi di una millenaria tradizione ceramica locale e di operare in un settore ancor oggi depositario di un fascino ancestrale, ha dato un senso all’impegno profuso sottolineando la non casualità del nostro operare.
Gli artigiani dell’antica Minturnae, nelle loro botteghe, utilizzavano, come noi, la terra, l’acqua ed il fuoco per produrre questo materiale che conserva intatto, nel suo valore e nella sua semplicità, tutte le caratteristiche delle forze primigenie della natura.

I nostri prodotti, proprio perchè unione di elementi naturali e maestria artigianale, continuano ad esercitare il fascino delle “cose senza tempo”. Ricollegandoci alle nostre radici, non solo per un interesse profondo, ma anche per un atto d’amore nei confronti della nostra terra, per quanto essa ci ha dato in fatto di storia, cultura e tradizione, ci sentiamo ancor più motivati nel nostro lavoro.

le fasi della lavorazione

l'argilla viene prelevata

l'argilla viene costipata nel telaio

l'argilla viene costipata nel telaio

Formazione del materiale

rimozione del telaio

rimozione del telaio

rifinitura a mano

rifinitura a mano

il materiale posizionato in fornace

il materiale posizionato in fornace

la fornace accesa

la fornace accesa

smaltatura a mano

smaltatura a mano

smaltatura

smaltatura

fase di controllo

fase di controllo

la decorazione

la decorazione

il cotto grezzo

il cotto grezzo

Lavorazione

La Ceramica Cotto di Minturno utilizza esclusivamente argille fossili di provenienza locale. Particolarmente ricche di alluminati, silicati, carbonati e solfati, le nostre argille locali sono apprezzate specialmente per le loro caratteristiche di lavorabilità e per il gradevole colore giallo-paglierino che assumono dopo la cottura.
Grazie a questi requisiti esse hanno sempre ricevuto il favore dei ceramisti meridionali, al punto che, fino a tutto l’Ottocento, sono state commercializzate con continuità, e ne hanno fatto uso quasi tutti i laboratori ceramici napoletani.

Il procedimento della Ceramica Cotto di Minturno segue ancor oggi, metodi essenzialmente artigianali. Soltanto le operazioni preliminari del lavaggio e della depurazione sono affidate ad un impianto tecnologicamente avanzato.

Le argille vengono poi plasmate e rifinite a mano seguendo i lenti e faticosi sistemi della tradizione. Ogni singola mattonella viene ottenuta costipando l'argilla negli stampi di legno con la sola pressione delle mani. Ciò conferisce al prodotto una struttura porosa “a nido d’ape” ed un caldo effetto pelle in superficie, oltre, naturalmente, ad un carattere di unicità per ogni singolo pezzo lavorato.

La lenta essiccazione trae vantaggio anche dal nostro clima caldo-umido, e consente all'argilla lavorata di giungere alla cottura senza dover subire brusche perdite di umidità.
Il prodotto finito, una volta estratto dalla fornace, assume la denominazione di cotto grezzo.